La scuola è… la chiave del futuro

La scuola è… la chiave del futuro

  • tavola rotonda
  • trasversale

Programma

Il rapporto Unesco 2021, “REIMAGINING OUR FUTURE TOGETHER: A NEW SOCIAL CONTRACT FOR EDUCATION” invita a ripensare la scuola come un contratto sociale basato sulla condivisione degli scopi e sui principi dei diritti umani, inclusione ed equità, cooperazione e solidarietà, responsabilità collettiva e interconnessione. Oggi la scuola è un bene da difendere e sostenere in quanto deve fornire la conoscenza e l’innovazione necessaria per plasmare futuri sostenibili e pacifici per tutti, ancorati alla giustizia sociale, economica e ambientale.  Il ruolo principale spetta agli insegnanti che devono essere supportati a formare generazioni in grado di saper essere e saper prendere decisioni. 

Sono già attive sperimentazioni e progetti di ricerca che vedono protagonisti le scuole, i dirigenti scolastici, i docenti, istituzioni di ricerca nazionali ed europee. Il progetto Learning To Become, traduce gli elementi emersi dal rapporto in indicazioni utili per attuare nella scuola italiana un curricolo innovativo che tenga conto della complessità delle sfide future e del sistema scolastico. Dobbiamo orientare il nostro sistema educativo dentro lo spazio culturale di un nuovo umanesimo planetario, coinvolgendo i saperi, le conoscenze e le competenze, aumentando le opportunità di relazioni umane ed esperienze educative all’interno e all’esterno della scuola. Per contribuire a formare cittadini, che sappiano affrontare il futuro con flessibilità, capacità critiche, obiettivi di valore in equilibrio con la natura, con le tecnologie e con lo sviluppo economico, dobbiamo ripensare il nostro sistema educativo

Gli esperti condivideranno esperienze e attività spendibili in classe, ispirate a progetti nazionali ed internazionali per poter indirizzare la nostra scuola verso il nuovo paradigma. 

Relatori

  • Stefania Giannini

    Stefania Giannini

    Vicedirettrice dell'Unesco, è stata  Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del governo Renzi. Linguista e glottologa, è stata Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia dal 2004 al 2012 e ha ricoperto incarichi di rilievo in ambito nazionale e internazionale nei settori dell’education e della promozione culturale. 

  • Carlo Mariani

    Carlo Mariani

    Ricercatore all’INDIRE, dove si occupa di analisi del sistema scolastico, di innovazione curricolare, di transizione scuola-lavoro e di orientamento. Laureato in Lettere e in Scienze della Formazione, ha conseguito un dottorato in metodologia della ricerca pedagogica. Ha insegnato nella scuola secondaria di secondo grado. 

  • Roberto Poli

    Roberto Poli

    Cattedra UNESCO sui sistemi anticipanti, è professore ordinario di Filosofia della scienza. Dirige il Master in Previsione sociale, è Presidente di AFI-Associazione dei Futuristi Italiani e di –skopìa, start up innovativa dell’Università di Trento che offre servizi di anticipazione a livello professionale.

  • Alessandra Rucci

    Alessandra Rucci

    Dirigente scolastico dal 2007, laureata in Lettere e in Scienze dell’educazione, PhD in Scienze dell’educazione. Dalla fine degli anni ‘90 si occupa di integrazione del digitale nella didattica, tema oggetto di numerosi articoli e pubblicazioni, di ambienti di apprendimento flessibili, didattica per competenze e metodologie per l’apprendimento attivo. E’ tra i fondatori del Movimento Avanguardie Educative di INDIRE ed è progettista di corsi di formazione, formatrice e membro del comitato scientifico di Descuola Formazione.

  • Stefano Versari

    Stefano Versari

    Capo del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’Istruzione. Ingegnere di formazione, esperto di politiche scolastiche, ha ricoperto l’incarico prima di Vice Direttore e, dal 2014 al febbraio 2021, quello di Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna.  

In collaborazione con

logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo