La scuola è… Nuovi approcci didattici

La scuola è… Nuovi approcci didattici

  • ss1g
  • ss2g

Programma

“Agli shock si reagisce innovando e ritrovando un nuovo percorso, che sappia far tesoro anche della tragedia, o ci si affloscia nella ricerca vana di un passato che per definizione è già dietro alle nostre spalle.” 
P. Bianchi, 2020

L’esperienza di “dissonanza cognitiva” vissuta dal mondo scolastico durante la pandemia  può essere una sollecitazione a ripensare in profondità il fare scuola: nell’approccio, nelle metodologie, nella progettazione, nella valutazione, nell’organizzazione didattica.  In questo contesto è necessario mettere in campo approcci didattici che garantiscano un apprendimento funzionale ed efficace e rendano gli studenti parte attiva di un processo formativo che sia realmente inclusivo. Riflettiamo insieme, con esperti di didattica e protagonisti del mondo della scuola, sull’esperienza dell’ultimo anno di Didattica Digitale Integrata, per capitalizzare ciò che abbiamo imparato e valutare cosa migliorare. 

Introduce e modera: Federico Taddia

Partecipano: 

  • Gli effetti dell’isolamento e riflessi didattici
    Daniele Novara, pedagogista
  • Dove va la scuola dopo il Covid?
    Mario Castoldi, docente di didattica UniTO
  • Gli studenti al centro
    Alessandra Rucci, dirigente scolastico
  • L’inclusione chiave di lettura per la didattica
    Loredana Leoni, dirigente scolastico

Destinatari

  • Docenti della scuola Secondaria di I grado
  • Docenti della scuola Secondaria di II grado

Relatori

  • Mario Castoldi

    Mario Castoldi

    Docente di Didattica Generale all’Università di Torino e responsabile scientifico di DeA Formazione.  

  • Loredana Leoni

    Loredana Leoni

    Dirigente scolastico, formatore esperto di normativa, di inclusione scolastica e di valutazione, componente del gruppo di lavoro ministeriale per il nuovo PEI, componente del CSPI (Consiglio Superiore Pubblica Istruzione)

  • Daniele Novara

    Daniele Novara

    Pedagogista, counselor e scrittore, vive a Piacenza dove nel 1989 ha fondato il CPP (Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti). Dal 2004 è docente del Master in Formazione interculturale presso l’Università Cattolica di Milano e dal 2002 dirige “Conflitti. Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica”. Ha ideato vari strumenti nella logica del metodo maieutico. È autore di numerosi libri. In BUR Rizzoli ha pubblicato: Litigare fa bene. Insegnare ai propri figli a gestire i conflitti per crescerli più sicuri e felici (2013), Urlare non serve a nulla. Gestire i conflitti con i figli per farsi ascoltare e guidarli nella crescita (2014), Punire non serve a nulla. Educare i figli con efficacia evitando le trappole e motive (2016). Non è colpa dei bambini. perché la scuola sta rinunciando a educare i nostri figli e come dobbiamo rimediare. Subito, (2017), Cambiare la scuola si può. Un nuovo metodo per insegnanti e genitori, per un’educazione finalmente efficace (2018), Organizzati e felici. Come dividersi i compiti e i ruoli in famiglia, per una vita più semplice e un’educazione più efficace (2019). Da ultimo: I bambini sono sempre gli ultimi. Come le istituzioni si stanno dimenticando del nostro futuro (BUR Rizzoli, 2020)

  • Alessandra Rucci

    Alessandra Rucci

    Dirige l'I.I.S. Savoia Benincasa di Ancona, una delle scuole fondatrici del movimento Avanguardie Educative guidato da INDIRE.
    Progettista e formatrice esperta nel campo della didattica digitale.
    Autrice della guida alla Didattica Digitale Integrata – UTET Università, 2020.

In collaborazione con

logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo