La scuola è…  il laboratorio  per l’orientamento

La scuola è… il laboratorio per l’orientamento

  • tavola rotonda
  • trasversale

Programma

Immaginare il futuro non è semplice, ma oggi è davvero molto stimolante. Alla scuola la sfida di valorizzare le caratteristiche dei singoli, di fornire alle nuove generazioni una bussola per orientarsi e rispondere in maniera corretta alle richieste e sfide del futuro, compiendo scelte che generino felicità e benessere in linea con le proprie aspirazioni. 

Come immaginano il loro futuro gli studenti di oggi? Quali sono le loro aspirazioni? Cosa possono fare la comunità educante, la scuola e la famiglia, per sviluppare competenze orientative e costruire spazi che siano in grado di far esprimere al meglio le peculiarità dei singoli, rispetto alle richieste della società?  Già oggi, e in futuro ancora di più, oltre alle competenze cognitive (hard skills), bisogna allenare le competenze socio-emozionali che si sviluppano attraverso esperienze personali e collettive, all’interno e all’esterno della scuola. Le idee creative e innovative dei singoli possono trasformarsi in attività imprenditoriali che generano impatto per la collettività e stimolo per le comunità.  Bisogna educare le ragazze e i ragazzi ad avere capacità di problem solving, di lavorare in team, saper fare brainstorming attraverso la  metodologia learning by doing. La scuola quindi deve essere un laboratorio dove sperimentare, condividere competenze, esperienze ed idee che valorizzino e orientino gli studenti ad essere cittadini in grado di rispondere alle nuove sfide. 

Sarà proiettato un video con i risultati del sondaggio “Come immaginano il futuro ragazze e ragazzi” realizzato grazie al supporto di YOUNICEF.

Relatori

  • Diego Boerchi

    Diego Boerchi

    Docente di Psicologia dell’orientamento e sviluppo di carriera presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Direttore del Corso di perfezionamento in Consulenza di carriera. Membro del Comitato direttivo del CROSS (Centro di Ricerca sull’Orientamento e lo Sviluppo Socioprofessionale).

  • Rita Coccia

    Rita Coccia

    Laureata in Chimica Tecnologia Farmaceutiche presso Università degli Studi di Perugia, dopo due anni di ricerca universitaria ha intrapreso, come vincitrice di concorso, la carriera prima di docente e poi di Dirigente Scolastico. Nella sua attività lavorativa ha ricoperto i ruoli di Project Manager per “Aula Laboratorio Disciplinare” scuola capofila dell’idea e fondatrice di Avanguardie Educative-INDIRE, Project manager di Apple Distinguished School, esperta nei processi di Qualità ISO nella sezione “istruzione-formazione” e nella progettazione di azioni di formazione per docenti e dirigenti scolastici, formatrice per l’innovazione metodologica didattica.

  • Andrea M. Maccarini

    Andrea M. Maccarini

    Professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e vice-direttore del Dipartimento di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali nell’Università di Padova.
    È stato rappresentante dell’Italia presso OCSE-Ceri (Centro riforme e innovazione educativa) (2012-2019).

  • Daniele Manni

    Daniele Manni

    Insegna informatica e pratica Imprenditorialità presso l’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce. Da oltre 15 anni incentiva gli studenti ad ideare e condurre piccole attività imprenditoriali innovative (startup), sia prettamente economiche che sociali.

  • Damiano Previtali

    Damiano Previtali

    Dirigente del Ministero dell’Istruzione per la Valutazione del sistema di istruzione e di formazione, Presidente del Comitato Provinciale di Valutazione del sistema scolastico e formativo del Trentino, Referente scientifico della Struttura regionale per la valutazione del sistema scolastico della Valle d’Aosta.

In collaborazione con

logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo
logo